I Diari della Caponata | C'è una Sicilia per ognuno di voi

 

Palazzolo Acreide, la Sciuta di San Paolo

L'asfalto è rovente come la pietra calcarea che ti acceca. Il cielo blu è preso in ostaggio dalle nebbie artificiali dello jocu focu con  l'aria impregnata di polvere da sparo e i corpi, imprigionati come sardine, che sanno di sudore. Il rosso dei devoti richiama al sangue e tutto sembra impastarsi come l'argilla che si fa terracotta.

Enna, dove Plutone rapi' Persefone

Come un’aquila in volo a difesa del proprio nido, Enna domina la Sicilia dall’alto dei suoi 931 metri sul livello del mare. Capoluogo di provincia  più alto d’Italia, Enna è anche l’unica provincia siciliana a cui è negato il mare.

Siracusa, dal Moscato alle 'ntuppateddi

Il pesce e le verdure costituiscono la risorsa economica locale più rilevante ed infatti, la cucina siracusana è in gran parte basata sui prodotti della terra e del mare, mentre l'elemento portante della pasticceria locale è costituito dalla mandorla.

A nord di Siracusa

Lasciando il capoluogo siracusano e proseguendo lungo la costa nord verso Catania, ci s'imbatte in uno scenario variegato, fiancheggiato dal mare, nel quale è possibile scorgere alcuni siti archeologici greci, tra i più interessanti della Sicilia sud orientale: la Penisola Magnisi con Thapsos e Megara Hyblaea.

 

Vi segnaliamo

Andrea Sapori Montani

Alessia Smile and Food

Agriturismo " La Vedetta dei Nebrodi"