Ci sono almeno due validi motivi per infilarvi in una delle caratteristiche viuzze di Taormina (vicolo Francesco Paladini), a due passi dal duomo, e raggiungere questo posto: 

il primo riguarda la possibilità di massagiare il vostro ego quando, con orgoglio, racconterete ai vostri amici di aver scovato un luogo autentico in mezzo alla paccottiglia turistica taorminese; il secondo ha un nome, Luca Casablanca, il patron di Tischi Toschi e la sua irresistibile capacità di raccontare i piatti che propone partendo dall’origine delle materie prime, frutto di un’attenta ricerca in giro per la Sicilia

Ciò basterebbe a giustificare il viaggio a Taormina, ma fortunatamente, c’è dell’altro: i magnifici piatti della tradizione messinese (e non solo) che gusterete seduti nell’accogliente sala o nel terrazzino ricavato in un suggestivo angolo del vicolo. Io ho cominciato con le sublimi polpette in agrodolce con finocchietto selvatico e salsa di pomodoro fresco, ma potete partire anche con l’insalata di pesce stocco o col pecorino in cartoccio, oppure lo scauratello, un’isalata di tonno, cipolla e capperi che vi sembrerà di stare a Salina…

Ho proseguito gustando gli ottimi spaghetti con la bottarga, ma potete scegliere anche tra quelli al nero di seppia, i paccheri alla norma e le tagliatelle al ragù di tonno.

Se vi resta spazio, il menù dei secondi prevede l’alalunga alla matalotta, l’aguglia alla lipariota, lo sgombro allardiato ed altre cose buone. Io mi sono “accontentato” di un filetto di tonno, con olio di oliva e profumi di Sicilia, cotto magistralmente.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Non mancano ricercate etichette di vini siciliani – anche biologici – con cui innaffiare tutto questo ben di Dio e il dessert (come per esempio un biancomangiare o il classico cannolo di ricotta) fatto in casa per concludere.

 

Rimane solo una cosa: svelarvi il significato di Tischi Toschi. Era – ed è ancora tra le persone più anziane – il modo di identificare i migranti messinesi che tornavano a casa dopo un lungo periodo in terra straniera.

EnglishFrançaisDeutschItalianoРусскийEspañol
apri chatt
ciao, sono online.
ciao,
sono online

Su questo sito Web utilizziamo strumenti che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Per ulteriori informazioni leggi la nostra informativa